prolon-dieta-5giorni

Ricerca e Sviluppo

Nell'ambito della piattaforma Dieta Mima Digiuno L-Nutra sta sviluppando una serie di programmi alimentari che verranno sottoposti all'approvazione della Food and Drug Administration americana (FDA) e della European Food Safety Authority (EFSA) per la verifica delle dichiarazioni sulla salute relative alla prevenzione, al trattamento delle patologie croniche, incluse le malattie cardiovascolari e autoimmuni, come la Sindrome Metabolica, il Diabete Mellito, il Cancro, la Malattia di Alzheimer e la Sclerosi Multipla.

Nonostante sia ancora in fase di sviluppo, i dati preclinici del Longevity Institute della University of Southern California hanno evidenziato che cicli periodici di Dieta Mima Digiuno riducono il tasso di incidenza e limitano i sintomi clinici della Sclerosi Multipla in modelli murini. Inoltre, dati clinici preliminari (Choi IY et al., 2016 Cell Rep. 7;15 (10):2136-46) hanno dimostrato che una formulazione esclusiva di Dieta Mima Digiuno apporta, secondo quanto riportato dal paziente, effetti positivi sulla salute connessi alla qualità della vita per i soggetti con forme Recidivanti-remittenti di Sclerosi Multipla. Grazie a questi risultati, L-Nutra sta sviluppando un protocollo dietetico Mima Digiuno apposito per la Sclerosi Multipla. Questo potrà essere applicato periodicamente ai pazienti affetti al fine di aumentare la distanza tra le ricadute e migliorare la qualità della vita durante una recidiva.

Dati preclinici preliminari evidenziano che la Dieta Mima Digiuno periodica può rallentare il declino cognitivo e riduce la patologia cerebrale associata alla malattia di Alzheimer in un modello murino (Parrella et al., 2013 Aging Cell 12:257-268). In collaborazione con la University of Southern California, L-Nutra sta lavorando per formulare e testare un nuovo approccio Mima Digiuno con una sperimentazione clinica su pazienti anziani con lieve declino cognitivo.